La migliore illuminazione quando si utilizza un computer, un tablet o un telefono cellulare

Non è un segreto che i dispositivi multimediali indeboliscono gli occhi. È possibile ridurre al minimo gli effetti dell'uso quotidiano dei vantaggi della moderna tecnologia al lavoro ea casa? La luce artificiale ha un grande impatto sulla nostra vista: una lampadina opportunamente selezionata può avere un effetto migliore sulle nostre attività e alleviare i risultati di passare lunghe ore davanti allo schermo del computer. Come prendersi cura dei nostri occhi quando li esponiamo regolarmente al contatto con display e monitor di singoli dispositivi? Quale illuminazione artificiale dovresti scegliere per proteggere i tuoi occhi? In collaborazione con Philips Lighting, presentiamo alcune informazioni rilevanti sulla luce migliore per noi e suggerimenti su come trovare la migliore lampadina.

Multimedia e luce blu

La conseguenza dell'utilizzo di dispositivi multimediali è la necessità di interagire con ciò che costantemente produce, tra gli altri luce blu . Se la quantità di questa luce supera i valori specificati dalle norme pertinenti e il tempo di esposizione ad essa è lungo, può causare arrossamento e bruciore agli occhi. Se le sorgenti luminose non soddisfano gli standard di sicurezza fotobiologica, possono contribuire allo sviluppo di malattie degli occhi, tra cui AMD, che è la degenerazione maculare, che può portare a gravi problemi di salute. Lo stesso vale per la luce artificiale emessa da lampadine a incandescenza che non soddisfano i requisiti pertinenti . Ricorda che un'illuminazione inadeguata a casa e al lavoro può portare allo sviluppo di malattie degli occhi ed esporci a notevoli disabilità visive.

Un altro effetto dell'utilizzo di un'illuminazione di scarsa qualità è il disturbo del sonno . La luce ha una grande influenza sulla produzione di melatonina, una sostanza responsabile del corretto funzionamento del nostro orologio biologico e del corretto ritmo del sonno. La sua carenza può causare insonnia, sonnolenza eccessiva e persino problemi alimentari. Una luce selezionata in modo errato causa un sonno scadente, che deteriora significativamente le condizioni dei nostri occhi. Ricordiamolo, minimizza la necessità di ricorrere al multimedia prima di andare a letto e prenditi cura della giusta quantità di melatonina nel nostro corpo. Non risparmiamo sulle lampadine: la luce giusta proteggerà i nostri occhi e non li esporrà a vibrazioni dannose.

Lampadina sicura per gli occhi: quale scegliere?

Philips Lighting attira l'attenzione sulle condizioni che dovrebbero essere soddisfatte da una lampadina adatta alla nostra vista. Ricorda che i bambini sono anche esposti agli effetti negativi dell'illuminazione che è pericolosa per la nostra salute: quando si fanno i compiti, si usa un tablet o si gioca su un computer, il contatto con la luce artificiale è inevitabile. Quindi, come puoi ridurre al minimo il rischio di deterioramento visivo in tutti i membri della famiglia?

lampadina sicura per gli occhi

Vale la pena raggiungere le lampadine con le informazioni pertinenti sull'etichetta. Il marchio CE , incluso sulla confezione, sarà un segnale che il prodotto a cui siamo interessati è stato testato in laboratorio e soddisfa, tra gli altri, lo standard di sicurezza fotobiologica . Cosa significa in pratica? Una tale lampadina creerà una luce confortevole, vicina alle condizioni di luce naturale : l'illuminazione fornita da essa non vibrerà e non esporrà il nostro bambino a problemi di vista, insonnia e concentrazione.

Quando si utilizzano le lampadine LED Philips a casa, non dobbiamo preoccuparci di un improvviso deterioramento del nostro benessere, mal di testa o irritazione costante. Le sorgenti luminose offerte dal produttore sono state testate per verificare il livello di radiazioni elettromagnetiche da esse emesse . L'uso di sorgenti luminose sicure e testate è un ottimo modo per godere di un'illuminazione artificiale salutare per i nostri occhi in qualsiasi momento e in tutte le condizioni.

Vale anche la pena tenere conto delle esigenze imposte dal ritmo circadiano quotidiano e dalle attività che lo influenzano: una visita mattutina in un bagno senza luce, la lettura la sera, la preparazione per il sonno. Regoliamo la potenza e i parametri del prodotto in base alla sua destinazione.

Come prendersi cura degli occhi esposti a contatti molto frequenti con la luce blu?

Molti di noi non possono immaginare un giorno senza l'uso di dispositivi multimediali, molto spesso ci consentono di gestire la nostra attività, ci consentono di mantenere i nostri obblighi professionali e svolgere compiti importanti. Cosa fare quando vogliamo proteggere i nostri occhi dagli effetti nocivi della luce blu e minimizzare con successo il suo impatto sulla nostra vista? Vale la pena sviluppare abitudini sane. Attività specifiche ripetute ciclicamente renderanno i nostri occhi meno stanchi.

Un modo per affrontare gli effetti negativi della luce artificiale è lampeggiare . Grazie a questo, ridurremo il disagio derivante dalla sensazione di "secchezza degli occhi" quando cadiamo nella notte o passiamo più ore in ufficio. Dovremmo chiudere e aprire le palpebre ogni volta che ripetiamo un'azione, ad esempio, facciamo clic su un tasto che abbiamo definito in precedenza. Le palpebre inferiore e superiore dovrebbero combaciare perfettamente.

Un altro modo per aumentare il comfort del nostro lavoro su un computer o tablet è utilizzare la "regola delle decine". Dobbiamo staccarci dall'attività ogni 10 minuti , sbirciare la cosa a circa 10 metri da noi e mantenerla per 10 secondi . Proviamo a vedere quanti più dettagli possibili: un tale esercizio permetterà agli occhi stanchi di ritrovare l' armonia . Per fornire ai nostri occhi una protezione al 100%, dovremmo indossare occhiali da sole con filtri UVA e UVB in tutti i giorni di sole dell'anno e ricordarci di visitare regolarmente un oftalmologo.

Vivendo nell'era della multimedialità e delle moderne tecnologie, siamo costantemente esposti agli effetti nocivi della luce blu. L'elemento chiave per prendersi cura di occhi sani è l'uso di lampadine certificate non fluttuanti che riducono al minimo l'impatto negativo della luce blu sui nostri occhi. Non esponiamo la nostra vista a una perdita prematura dell'acuità visiva e riduciamo al minimo l'affaticamento derivante da un'illuminazione selezionata in modo improprio: creiamo le condizioni appropriate per lavorare con apparecchiature multimediali, rendendo l'acquisto di una lampadina di alta qualità, sicura e testata in laboratorio una priorità.