Cucina da sogno: come organizzarla? 5 cose da considerare

Odori, sapori, aromi, esperimenti culinari: tutto questo crea la straordinaria magia degli interni di una cucina . Quando li disponi, dovresti tenere conto di molti aspetti che ti aiuteranno a creare lo spazio di cottura perfetto. La cucina dovrebbe essere non solo un interno bello ed estetico, ma anche funzionale e solido , che è un investimento per molti anni. Pertanto, abbiamo deciso di dirti a cosa prestare attenzione quando organizzi la cucina dei tuoi sogni , in modo che crei una perfetta fusione di ergonomia e grande stile.

1. Cucina chiusa o in dépendance?

Molte persone che organizzano lo spazio cucina affrontano questa domanda, sia nelle case unifamiliari che negli appartamenti in un condominio o case popolari. Le cucine aperte al soggiorno erano molto meno apprezzate, ma le ultime tendenze del design le collocano in prima linea nelle soluzioni selezionate. Le cucine chiuse sono, a loro volta, una soluzione tradizionale che funziona perfettamente negli appartamenti di grandi dimensioni. Allora qual è la scommessa migliore?

Quando si sceglie il tipo di cucina, considerare prima di tutto le dimensioni dello spazio progettato . Se il soggiorno e la cucina sono piccoli, a volte vale la pena rinunciare a una parete divisoria e combinare entrambi gli interni. Grazie a questo la cucina diventerà leggera e leggera, e permetterà anche l'utilizzo di interessanti soluzioni architettoniche , come un'isola o un bar. Quindi, tuttavia, ricorda una disposizione coerente in termini di stile e colore: la cucina e il soggiorno dovrebbero armonizzarsi perfettamente tra loro.

Una cucina chiusa, d'altra parte, è una buona scelta negli appartamenti di grandi dimensioni , il cui spazio può essere organizzato più liberamente. Puoi poi arricchirlo, ad esempio, con un comodo angolo pranzo. Un enorme vantaggio delle cucine chiuse è il fatto che gli aromi dei piatti non penetrano nella zona giorno così intensamente come nel caso degli spazi progettati nella dependance. Puoi anche concederti più libertà nel contesto dell'interior design .

2. Mobili su misura o pronti per essere integrati?

La giusta scelta dei mobili è una questione chiave quando si organizza l'interno di una cucina. Per renderlo il più funzionale possibile, vale la pena provare a progettare mobili su misura che riempiranno lo spazio della cucina al centimetro. Questa soluzione è perfetta soprattutto per stanze piccole e difficili da organizzare . Gli edifici che riempiono da vicino lo spazio della cucina, dal pavimento al soffitto, sono particolarmente apprezzati. Di conseguenza, i mobili sono molto più ergonomici e spaziosi e lo stoccaggio di utensili da cucina e prodotti alimentari è più facile .

I mobili pronti da montare sono una soluzione più economica che ti consentirà di organizzare la tua cucina molto più velocemente. Vale la pena ricordare che realizzare mobili su misura richiede molto più tempo. I mobili pronti funzioneranno molto meglio in interni di grandi dimensioni , il cui spazio non deve essere rigorosamente riempito con una fila di mobili da cucina. Prediligono anche gli amanti degli accostamenti stilistici originali ed eclettici.

3. Finitura mobili: quale materiale?

Vale la pena ricordare che i mobili della cucina non riguardano solo forma e capacità, ma anche una finitura appropriata . Il materiale con cui saranno realizzati i mobili della cucina rimane un aspetto chiave, sia in termini di estetica che di funzionalità . Pertanto, la questione del materiale non dovrebbe essere trascurata, soprattutto perché l'interno di una cucina è un investimento per molti anni. Quindi quali materiali dovresti considerare?

Il vetro polimerico rimane uno dei più interessanti per incontrare le tendenze attuali. È estremamente resistente a crepe e graffi e risulta essere molto più leggero del vetro tradizionale. I mobili della cucina possono essere rifiniti su misura, tagliati o intarsiati e persino evidenziati in modo interessante. Il materiale è disponibile sia come finitura frontale, sia come riempimento di nicchie o rivestimento di pareti. Puoi scegliere versioni opache o lucide, e anche arricchite con funzioni magnetiche. I sostenitori di soluzioni originali saranno sicuramente contenti che il vetro polimerico possa essere scritto con un pennarello , ad esempio scrivendo ricette di cucina. Il suo vantaggio è anche una vasta gamma di colori - iniziando con il bianco e il nero e finendo con colori saturi e alla moda.

Un altro materiale sempre più popolare è l' acrilico . Altamente resistente ai danni, ai graffi e ai raggi UV, attira lo sguardo con la sua superficie perfettamente uniforme, che dona uno stile armonioso allo spazio della cucina. L'acrilico risulta essere un'ottima alternativa alla vernice, non si scheggia né cambia colore. Inoltre, il materiale rimane estremamente liscio e privo di pori , rendendolo molto facile da pulire. È interessante notare che puoi scegliere tra una varietà di finiture di colore e da lucido a opacosu cui puoi scrivere con il gesso. L'acrilico può essere lavorato con strumenti di falegnameria standard e tagliato perfettamente alle dimensioni selezionate, quindi un falegname può gestire perfettamente questo materiale. L'acrilico è una soluzione fantastica per le cucine moderne , aggiungendo eleganza e freschezza.

Per le persone che preferiscono un design moderno e distintivo, il materiale minerale può essere una scelta eccellente . È un materiale estremamente durevole e resistente ai danni , che lo rende ideale per i controsoffitti. In caso di piccoli graffi, la superficie può essere lucidata con successo . È importante sottolineare che il materiale è resistente agli acidi e agli alcali utilizzati nelle case. La disponibilità di un'ampia gamma di colori fa sì che il materiale minerale possa inserirsi in qualsiasi spazio e adattarlo perfettamente allo stile della cucina progettata.

4. Ergonomia della cucina prevista

In una cucina ben progettata, una questione molto importante è il posizionamento appropriato di mobili ed elettrodomestici . Uno degli aspetti più importanti è il comportamento del cosiddetto un triangolo di lavoro che ti aiuterà nella corretta organizzazione del lavoro in cucina. Ricorda quindi che gli elettrodomestici più importanti, cioè piano cottura, frigorifero e lavello, devono formare le "sommità" di questo triangolo e consentire una cottura più rapida ed efficiente. Un altro aspetto è la corretta altezza dei mobili , che consente un comodo utilizzo del piano di lavoro. Le dimensioni più comuni oggi sono comprese tra 85 e 90 cm. L'ergonomia si applica anche a soluzioni intelligenti utilizzate nei mobili da cucina, ad es. sistemi di carico o scaffali rotanti negli armadi ad angolo.

5. Estetica della cucina: quale stile e colori scegliere?

Le tendenze contemporanee stanno cambiando come un caleidoscopio, quindi prova a fidarti del tuo senso estetico quando organizzi la cucina dei tuoi sogni . Naturalmente, vale la pena prima analizzare attentamente le possibilità dell'interno della cucina e solo successivamente adattare le soluzioni di disposizione appropriate. E così, nelle cucine piccole e buie, i colori vivaci e le superfici che riflettono la luce saranno perfetti .

Quindi puoi scegliere frontali dei mobili lucidi e finiture cromate. Tale convenzione si troverà sia negli stili minimalisti che in quelli glamour . Gli interni della cucina più grandi possono, a loro volta, creare spazio per esperimenti stilistici più audaci . Quindi puoi invitare una tavolozza di colori più scura e finiture originali, ad esempio mattoni o cemento architettonico.

La cucina dovrebbe essere terra non solo di gusti perfetti, ma anche di grande stile e alta funzionalità ! Quindi ricorda che quando si progetta l'interno di una cucina, prestare attenzione non solo alla sua ergonomia, ma anche alla finitura appropriata di controsoffitti e frontali , che funzionerà bene negli anni a venire.


L'articolo è stato scritto in collaborazione con il marchio Rehau.