Radiatori o riscaldamento a pavimento: quale soluzione scegliere?

In passato, durante il freddo invernale, i focolari aperti portavano un piacevole tepore alle case. Sebbene affascinanti, richiedevano cure frequenti e l'aggiunta di nuovi tronchi, perché bruciavano molto rapidamente. Nel tempo sono comparsi camini in mattoni e stufe in maiolica, che erano molto più funzionali: si sono tenuti più caldi più a lungo, hanno fumato meno e, cosa altrettanto importante, sono stati in grado di stupire con il loro arredamento elegante. Oggi, i metodi di riscaldamento tradizionali stanno lentamente cadendo nell'oblio ei camini sono solo una decorazione di eleganti soggiorni. Quindi quali sono i modi più comuni per riscaldare le case?

Molte persone che hanno in programma di costruire una casa o una ristrutturazione generale si chiedono quale riscaldamento scegliere: radiatori classici o riscaldamento a pavimento moderno? A quanto pare, la decisione non è la più semplice! Nell'articolo che segue, proveremo a decidere oggettivamente quale dei sistemi ha più vantaggi e quale tipo di costruzione si adatta meglio.

Quali sono i vantaggi del riscaldamento a pavimento?

Il pavimento è caratterizzato da due caratteristiche fondamentali: bassa temperatura della superficie riscaldante e notevole inerzia termica. Cosa significa in pratica? Nel caso del riscaldamento a pavimento, la temperatura della superficie riscaldante è normalmente compresa tra 24 e 28 ° C, mentre la temperatura dei radiatori è almeno il doppio. Ciò significa che nel caso di un impianto di riscaldamento a pavimento non c'è convezione, ovvero movimento di riscaldamento intenso. Il pavimento dell'interno è riscaldato in modo molto uniforme, il che fornisce alla famiglia un significativo comfort termico. A causa del riscaldamento costante, il calore agisce principalmente sui piedi, mentre l'aria "più fresca", sebbene ancora calda, si accumula all'altezza della testa. Secondo i fisiologi, la distribuzione della temperatura nella stanza riscaldata è la più appropriata per il corpo umano.

Le persone fredde apprezzeranno appieno i benefici di un pavimento caldo: la superficie è estremamente piacevole al tatto, anche se non è coperta da un tappeto ispido! Grazie a questo potrete ad esempio posare sul pavimento piastrelle di ceramica o gres porcellanato, che coccoleranno i vostri piedi nel periodo autunnale e invernale, e porteranno loro una piacevole frescura in estate.

Gli esperti ritengono che il riscaldamento a pavimento garantisca un notevole risparmio di calore: si presume che nelle stanze con riscaldamento a pavimento la temperatura intorno ai 18 ° C sia del tutto sufficiente, mentre nelle case con i radiatori il suo livello dovrebbe essere di circa 2 ° C più alto. Ciò significa che su base annua, grazie al riscaldamento a pavimento, il consumo energetico può essere ridotto di oltre l'8%. Ciò che è anche importante, il riscaldamento a pavimento ha la capacità di autoregolarsi - grazie al fatto che la stanza si riscalda (ad esempio sotto l'influenza della luce solare), la temperatura del riscaldamento a pavimento si abbassa automaticamente.

Quando si guarda al riscaldamento a pavimento, vale la pena ricordare che agli esteti piacerà sicuramente: la mancanza di radiatori è un grande vantaggio per la disposizione, che consente di progettare liberamente lo spazio.

Quali sono gli svantaggi del riscaldamento a pavimento?

Sfortunatamente, il riscaldamento a pavimento significa un costo di installazione più elevato: può essere fino al 50% -60% più costoso rispetto ai radiatori classici. Ricorda, tuttavia, che è più difficile da installare, quindi non vale la pena risparmiare sul team di costruzione. Un povero professionista può commettere errori significativi, ad esempio nel cosiddetto dilatazione o isolamento del piano dalle pareti, che può portare anche a crepe nel pavimento.

Inoltre, si dovrebbe tenere conto del fatto che ogni materiale di pavimentazione è diverso e ha una diversa conduttività termica. Pertanto, affinché il riscaldamento a pavimento sia efficiente, è necessario pianificare attentamente quale materiale sarà sul pavimento - e questo prima della fase di installazione. Di conseguenza, l'architetto sarà in grado di adattare il pavimento e il suo isolamento alle prestazioni del rivestimento del pavimento. La suddetta inerzia termica può anche essere uno svantaggio del riscaldamento a pavimento.

Poiché la superficie riscaldante è molto ampia e coibentata in modo uniforme, è difficile “raffreddarla” in poche ore. Potrebbero essere necessarie diverse ore per abbassare la temperatura in casa in modo significativo.

Un altro svantaggio è che il riscaldamento a pavimento è adatto solo per case con un isolamento termico molto elevato. Se l'edificio non è "cool", allora vale la pena raggiungere il cosiddetto un sistema misto, ovvero abbinare il riscaldamento a pavimento con una rete di radiatori classici.

Quali sono i vantaggi dei riscaldatori classici?

I radiatori standard hanno anche una serie di vantaggi! In primo luogo, possono riscaldare rapidamente ambienti con scarso isolamento termico e non avranno bisogno di fonti di calore di supporto. Il riscaldamento a pavimento richiede alcune ore, mentre il riscaldatore a convezione si riscalda solo pochi minuti dopo l'avvio.

In secondo luogo, la loro installazione è molto più rapida ed efficiente: ad esempio, se si sostituisce l'impianto di riscaldamento in una casa di pochi anni, non è necessario rimuovere e sostituire i pavimenti. Altrettanto importante, i riscaldatori sono molto migliori in caso di uso occasionale, come le stanze degli ospiti e dove le superfici del pavimento sono oscurate da vari elettrodomestici e mobili.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione sono i pavimenti in legno. Secondo una ricerca, il legno è un materiale che ancora preferiamo mettere sui pavimenti. Si scopre che il legno prezioso, in particolare il legno spesso, è un eccellente isolante. Ciò significa che se posizionato su un riscaldamento a pavimento, ridurrà notevolmente la sua efficienza termica. Inoltre, i pavimenti in legno sono estremamente sensibili ai cambiamenti di umidità e temperatura: assi o assi si espandono e si contraggono sotto la loro influenza. In questo caso, il riscaldamento a pavimento può portare alla distruzione del pavimento in legno: la sua stuoia, la deformazione e la formazione di fessure antiestetiche. Le persone che amano i bei pavimenti in legno dovrebbero scegliere i radiatori classici. Il fatto che i radiatori non diventino un ricordo del passato fa sì che i designer prestino sempre più attenzione al loro aspetto.Pertanto, il design dei radiatori sta diventando sempre più interessante: vengono creati modelli che assomigliano a sculture geometriche, nonché varianti decorate con colori energici. Sul mercato ci sono anche delle griglie imponenti, che possono essere un elemento interessante della disposizione e un ottimo "nascondiglio" per un radiatore poco interessante.

Quali sono gli svantaggi dei radiatori classici?

Fortunatamente, i radiatori hanno meno svantaggi che vantaggi. Il più grande di questi è la distribuzione sfavorevole della temperatura nelle stanze. Contrariamente al riscaldamento a pavimento, negli interni riscaldati da termosifoni l'aria fluisce verso l'alto. Sfortunatamente, questo lo rende più caldo a livello della testa e più in alto, e più fresco vicino ai piedi.

Inoltre, i riscaldatori non sono adatti per chi soffre di allergie. Secondo la ricerca, il fenomeno della convezione, cioè l'aumento del movimento dell'aria, fa muovere anche le particelle di polvere, e con essa gli acari, dannosi per la salute. Inoltre, i riscaldatori ad alta intensità asciugano l'aria, il che può portare a disagio e secchezza della mucosa nasale. Nel periodo autunnale e invernale, vale la pena utilizzare assorbitori di polvere e umidificatori d'aria, che ridurranno significativamente il problema.

Vale anche la pena ricordare che i radiatori sono "più disposti" a collaborare con sistemi di riscaldamento ad alta temperatura. Riscaldamento a pavimento, al contrario - con fonti di calore a bassa temperatura, come una caldaia a condensazione, pompe di calore o collettori solari.

"I gusti non sono discussi", dice un noto detto. Allo stesso modo, con i bisogni - ognuno di noi li ha completamente diversi. Per scegliere correttamente tra radiatori e riscaldamento a pavimento, è necessario analizzare attentamente non solo i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le soluzioni, ma anche le proprie possibilità finanziarie. È anche importante definire con precisione il tipo e il carattere dell'edificio in cui deve essere eseguita l'installazione. Solo un'analisi approfondita e completa ti aiuterà a prendere la decisione giusta e goderti gli interni accoglienti anche in inverno.